Roma

Ma chi se la incula la regina

Ma chi se la incula la regina

Di Charles-Henri Sanson – Rome fucks the Queen. Ma chi se la incula la regina? Roma non vuole re, nè regine. A differenza degli inglesi, da sempre riverenti al reame inglese nonostante tutti i privilegi e vantaggi che la legge riserva alla Regina Elisabetta & friends. I monarchi sono il più grande scandalo della storia civile moderna, famiglie di snob che si sono tramandati il potere da figlio in padre per 2000 anni. E la cosa più grave è che nella maggior parte dei paesi europei le famiglie reali ci sono ancora, e godono ancora di tutti i privilegi e le ricchezze del passato. L’unica differenza è che il potere politico è diventato simbolico (un po’ come il nostro Presidente della Repubblica). Pensateci: Spagna, Danimarca, Olanda, Svezia, Inghilterra, hanno tutte re e regina. Anche in Italia i re ci sono, e usufruiscono ancora di benefici dovuti al loro cognome. C’è un paese in Europa in cui il re non c’è, è la Francia, in Francia la famiglia reale non c’è, avete mai sentito “il re di Francia ha ricevuto…”. No, perchè al re di Francia hanno tagliato la testa parecchio tempo fa. E così dovrebbero fare anche nel’ resto d’Europa. Basta vedere vecchi straricchi che ancora si sentono importanti per i delitti dei loro nonni, basta vedere palazzi enormi e venire a sapere che appartengono tutti alla stessa famiglia che non li usa da decenni, basta far tornare alla memoria la monarchia, che tutta Europa ha abolito decine di anni fa. Vogliamo la ghigliottina, voglia la  testa del re. E adesso la regina a Roma ci fa solo rabbia, “low profile” dicono che sia la visita. La preferiremmo “no profile”. Una vecchia e suo marito che bloccano Roma per farsi gli affari loro, già ci è bastato Obama, e l’abbiamo sopportato. Ma la regina proprio no, la regina Elisabetta può venire a Roma quando vuole, ma noi non vogliamo neanche saperlo. Sennò fai la fine di Maria Antonietta.

Comments

comments

you may also want to read

No Commenti

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.