Connect with us

Coolture

La tristezza dell’Hard Rock live di Roma

Di Andrea Della Corte – Niente, Roma proprio non ci riesce ad organizzare un bel concerto, uno di quelli che ti invidia tutta Italia e tutto il mondo. Ieri tutti gli appassionati si erano scapicollati su internet all’annuncio dell’Hard Rock Live in Roma, creato dalla nota catena di ristoranti, nuovo evento gratuito dell’estate romana che si svolgerà il 12 luglio in Piazza del Popolo. Sui giornali e sui social network si era già scatenato il toto-artista, chi verrà? Jovanotti? Vasco? O qualche straniero? I Coldplay? Gli U2? E invece la doccia fredda è arrivata stamattina: i Negramaro. Se vi è capitato di odiare i Negramaro sentendoli alla radio, non potete neanche immaginare che sfacelo vocale e tecnico siano dal vivo. Ma, a parte i gusti personali, tutta Roma si aspettava qualcosa di molto più importante per un evento lanciato con tale enfasi. Stamattina, mentre il Sindaco Marino confermava il concerto gratuito e annunciava i Negramaro come band headliner, si è alzato in Campidoglio un applauso inerme, finto, come quelli a comando dei programmi televisivi. Ieri eravamo rimasti che sarebbe stata annunciata una mega festa, due palchi, dieci band e sei ore di show complessive. Per ora sono stati annunciati i The Carnabys, un giovane gruppo londinese che fa rock and roll, probabilmente molto meglio dei Negramaro. Aspettiamo con ansia di essere smentiti dalle prossime band, a Londra, per esempio, ha suonato Bruce Springsteen…

 

 

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Gap, la gang clandestina che aggiusta Roma illegalmente

Hot

Connect