Connect with us

Classifiche

Le 10 classiche scroccate romane

Di Jeremy Grey e John Beckwith – Scroccare è una vera e propria arte, un’arte raffinata. Come la pittura, la musica, la scultura anche in quest’arte ci sono delle tecniche affinate e delle scene classiche. Ecco le 10 scene più frequenti del perfetto scroccone.

10. “Che c’hai na sigaretta?”

marlboro

“Tanto dopo compro il pacchetto e te la rido subito”. Ovviamente a fine serata ti avrà scroccato più di metà pacchetto. Anche quando ti chiede “Mi lasci un botto”, quello che ti sazia veramente la voglia di nicotina, lo odi.

9. Ma, un passaggio ce l’hai?

scroccare

“Da che parte vai?”. Sta per finire la serata, tu hai già tutti i tuoi programmini in mente. E l’accollo di turno senza macchina ti chiede in che zona vai. Tu hai quel momento in cui esiti e cerchi disperatamente di ricordarti dove abita questo per dire che andrai in direzione totalmente opposta. Hai il 50% di possibilità di evitare la grana, giocatela bene.

8. Bere gratis

pinta birra

“Che mi alzi una birra che qua non accettano le carte?” Tu lo guardi e pensi: “Ma quali carte che non c’hai manco un lavoro?”.

7. “C’hai da accendere?”

bic accendino

Esce sempre durante un dialogo, mentre stai parlando te lo chiede e tu glielo dai mentre continui a chiacchierare. Poi finisce il discorso e “Bella, bella”, vai via. Non ti accorgi di niente finchè tiri nuovamente una sigaretta fuori dal pacchetto, a quel punto ti fai una perquisizione tipo aeroporto, cerchi in tasche di cui manco sapevi l’esistenza ma non lo trovi. E lì ti ricordi, cerchi il cleptomane con lo sguardo perso nell’orizzonte, ma lui è già andato via, con il tuo accendino.

6. Saltare la fila in discoteca

fila discoteca

Fila lunghissima, hai lasciato la giacca in macchina per non pagare 3€ di guardaroba, fa un freddo che non t’aspettavi e non si muove una persona davanti a te. Improvvisamente subentra l’istinto di sopravvivenza, cerchi qualche faccia amica nei paraggi. Magicamente dall’altra parte della ringhiera appare Filippo, che hai visto una sola volta tre anni fa. Lui splendido pr vestito preciso con la lista in mano che da ordini ai buttafuori. Tu con la faccia come il culo gli fai “Ma tu sei l’amico di Sergio?”. Dopo averglielo ripetuto tre volte lui si avvicina finalmente, ti guarda, ti squadra, ti fa si con la testa e ti promette che ti farà entrare subito. Alla fine farai la fila come uno sfigato qualunque.

5. Scroccare la vacanza

villa mare

“Fabi ma stai al mare? Ma con chi sei? Ma stai a casa tua? Quanti siete? Ti ricordi quella sera di cinque mesi fa al Bar della Pace quando completamente ubriachi mi dicesti che potevo imboccare?” TU TU TU TU TU “Fabi?”.

4. Casa per il primo appuntamento

casa primo appuntamento

Finalmente quel magico momento che tanto aspettavi è arrivato, lei ha detto di si alla fatidica birra. Tutto è andato bene, c’è stato l’incontro, ci sono state le birre, c’è stato anche il bacio. Ora è il momento di andare in casabase, il problema è che non c’è la casa. A quel punto sfogli la tua rubrica mentale di tutti quelli che ti potrebbero prestare una casa, l’unica è sempre il tuo migliore amico. Lei va in bagno, è il momento giusto per telefonare, hai pochissimo tempo per spiegargli la situazione: “Ti prego prestami casa prestami casa, non posso fà il pezzente che me la trombo in macchina l’ho appena rimorchiata”. Lui non potrà che dirti di si, pur di andare a dormire dalla nonna.

3. Il Wi-fi

enter-wifi-password-iphone

L’amico vero si riconosce quando entri in casa e il tuo Iphone è già connesso automaticamente. Lo scroccone invece appena entra ti chiede:”Mi dici la password del wifi?”. Tu ti stai scaricando tremila torrent e sai che quel piccolo favore ti appesantirà la connessione e ti rallenterà il download dell’ultima stagione di  Breaking Bad.

2. Fammi imbucà

festa compleanno

Nella vita di un uomo arriva sempre un sabato sera in cui tutti i suoi amici stanno a una festa di un loro amico che tu non conosci. Quella volta che l’hai visto di striscio vi siete stati anche un po’ sul cazzo. Non sapendo cosa fare chiamerai tutti i tuoi amici per provare a farti imbucare a quella festa. Questo significa non solo scroccare una serata, ma anche tutti i piaceri connessi: cena, alcolici, divertimento, e se sei fortunato anche le donne.

1. Dvd, cd e libri

lorenzo 1994

Non prestateli mai, perchè Pietro non tornerà mai indietro. Esistono casi in cui persone stanno ancora aspettando la cassetta di Dumbo o il cd di Jovanotti “Lorenzo 1994”.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Gap, la gang clandestina che aggiusta Roma illegalmente

Hot

Svelato il mistero dei cartelli “Cercasi scambisti”

Roma

A Roma ci si può muovere anche in treno, ma nessuno lo sa

Hot

Connect