Connect with us

Roma

Chi guidera’ la Sapienza fino al 2020? Si vota da oggi

Di Marcello Rubini – Da questa mattina sono state aperte le votazioni per nominare il nuovo magnifico rettore dell’università La Sapienza, che sostituirà Luigi Frati, in scadenza di mandato (finisce il 31 ottobre). La prima università di Roma è la più grande di Europa, e saranno tante le persone chiamate alle urne: ben 9 mila persone, divise in 3.800 docenti, 4mila amministrativi e 580 rappresentanti degli studenti. Tutti i voti – per la prima volta espressi con modalita’ elettronica – valgono uno, tranne quello del personale tecnico amministrativo che vale un quinto.

Chi sostituira’ Frati, l’oncologo criticato a capo dell’ateneo dal 2008?

Sono in sei, tra cui tre presidi di facolta’ e una donna. Ci sono il grecista Renato Nicolai, Giancarlo Ruocco, proveniente dalla facolta’ di Fisica, l’endocrinologo Andrea Lenzi, Renato Masiani, preside di Architettura, e quello di Medicina, Eugenio Gaudio. Tiziana Catarci, dalla facolta’ di Ingegneria, la prima donna in 700 anni a presentarsi alla carica di rettore della Sapienza.

Tra i nomi dei candidati spicca dunque quello di Tiziana Catarci, lei sarebbe la prima donna a guidare l’ateneo romano. Ingegnere informatico, 52 anni, ordinaria di Sistemi di elaborazione delle informazioni, negli ultimi quattro anni (sotto il rettorato di Frati) e’ stata prorettore per le infrastrutture e le tecnologie della Sapienza. Eugenio Gaudio, 58 anni, è stato fianco al fianco di Frati come suo vice in 9 anni nella facoltà di Medicina. Oggi è preside dal 2010 della facolta’ di Farmacia e Medicina, e presidente della Conferenza permanente delle facolta’ e scuole di Medicina e Chirurgia. Andrea Lenzi è Ordinario di Endocrinologia, 61 anni, e presidente del Consiglio universitario nazionale (Cun) dal 2007. Dal 2011 direttore della sezione di Fisiopatologia medica, Scienza della alimentazione ed Endocrinologia del dipartimento Medicina sperimentale. Giancarlo Ruocco è invece indicato come un acerrimo nemico di Frati. Ha 55 anni, ordinario di Fisica e prorettore alla ricerca, direttore del dipartimento di Fisica dal 2007 al 2013, e coordinatore del ‘Center for nano life science’ dell’Istituto italiano di tecnologie presso lo stesso ateneo. Renato Masiani, 58enne, è ordinario di Scienza delle costruzioni e preside della facolta’ di Architettura. Dal 2007 al 2010 e’ stato anche direttore del dipartimento di Ingegneria strutturale e Geotecnica. Pare sia un outsider, anche lui è un’oppositore del magnifico uscente. Roberto Mastrofrancesco Nicolai è Ordinario di Letteratura greca, nato nel 1959, e preside della facolta’ di Scienze umanistiche dal 2008 al 2010 e della facolta’ di Lettere e Filosofia dal 2012 a oggi. Dal 2011 presidente del Comitato editoriale della Sapienza università editrice.

Si vota da oggi fino a venerdi’

Oggi, quindi, inizia il primo turno di votazioni, e si potrà votare anche mercoledì e giovedì dalle 8 alle 19 e venerdì fino alle 12. Poi venerdì si terrà il primo scrutinio in aula magna, ma già si pensa che non si troverà alla prima tornata il vincitore. Perché con sei candidati si raggiunga al primo turno la maggioranza assoluta. Si dovranno quindi attendere le successive due votazioni e il ballottaggio del 14-17 ottobre per conoscere chi guiderà La Sapienza fino al 2020.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Gap, la gang clandestina che aggiusta Roma illegalmente

Hot

Svelato il mistero dei cartelli “Cercasi scambisti”

Roma

A Roma ci si può muovere anche in treno, ma nessuno lo sa

Hot

Connect