Connect with us

Roma

A Roma non si girano piu’ film

Il ricordo dell’Oscar de “La Grande Bellezza”di Sorrentino è ancora vivo, delle splendide foto, degli scorci, delle panoramiche della città più bella del mondo: Roma. Tutto questo però potrebbe essere solo un bel ricordo. Roma rischia infatti di non fare più da “set” per i costi troppo alti.

Dai diritti d’immagine alla concessione permessi Ztl ai “campi base” troppo distanti dai set cinematografici, alla rimodulazione della tassa per l’occupazione del suolo pubblico. Questi alcuni dei problemi del settore delle produzioni cinematografiche evidenziate in commissione comunale Cultura da Anica (Associazione nazionale industrie cinematografiche audiovisive) in occasione dell’analisi della delibera sulla rimodulazione del canone di occupazione degli spazi e delle aree pubbliche per le riprese cinematografiche e fotografiche.

Per i rappresentanti dell’associazione in audizione – Giulio Mezzanotte, Ranieri De Cinque, Roberto Stiffi – c’è un problema di concorrenza e competitività tra la città di Roma e le produzioni nelle altre regioni italiane e straniere. “Noi su Roma e Lazio negli ultimi anni abbiamo perso l’80% del lavoro – hanno spiegato – Non conviene girare a Roma neanche film ambientati nella città. Costa meno girarli a Trento, così come è stato fatto, e poi inserire effetti speciali con un risultato ovviamente mai equivalente a quello originale ma lo si è fatto per un risparmio. Quindi anche film dove la localizzazione è importante è convenuto non girarli nella città e questo deve far riflettere. Un risparmio nell’ordine delle decine di migliaia di euro”.

Immediata la replica di Michela Di Biase, presidente della commissione Cultura del Campidoglio. “Istituiremo un tavolo per analizzare in maniera ampia il tema della situazione delle produzioni cinematografiche nella città di Roma e verificheremo le problematiche evidenziateci oggi dall’associazione”- ha precisato Di Biase.

Comments

comments

1 Comment

1 Comment

  1. Linda

    21 Giugno 2016 at 14:30

    Il film “La Grande Bellezza” non fa conclusioni finali. E ‘solo un riflesso della vita. Paolo Sorrentino è un genio! Il mio film preferito è Paolo Youth ( http://www.altadefinizione.one/1498-youth-la-giovinezza-2015.html ). Che bella e triste film!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Gap, la gang clandestina che aggiusta Roma illegalmente

Hot

Svelato il mistero dei cartelli “Cercasi scambisti”

Roma

Arriva il traghetto volante per fare Circeo-Ponza in 12 minuti

Roma

Connect