Connect with us

Coolture

Via della Camilluccia, la storia dello strano nome

Quante volte, soprattutto nel traffico, ci fermiamo a guardare il nome di una strada e vorremmo sapere la storia di quel nome? Di una persona, per esempio, come ha fatto a meritarsi una via in suo onore, di un nome latino la storia romana che vi è legata. Di un nome inspiegabile da dove proviene. Sono troppe le strade di cui non sappiamo nulla, e su internet non si trova niente. Neanche la toponomastica del comune aiuta, con spiegazioni a “mozzichi e bocconi” che non danno nessuna sicurezza.

Per esempio, perché si chiama via della Camilluccia? La storia è quantomeno singolare. Agli inizi del 1800, a Roma girava un venticinquenne alto, magro e con i capelli ricci. Il suo giardino era Villa Borghese, la sua casa Galleria Borghese, un poverino insomma. Lui fu quello che decise di ingrandire il suo giardino facendolo affacciare su Piazza del Popolo, diventando di fatto il creatore del “Pincio”, il suo nome era Camillo Filippo Ludovico Borghese. L’estroso principe a nord est di Roma, fuori le mura, aveva una tenuta dove andava spesso a cavallo, attraversando il Tevere. Quando visitava la tenuta passava per una piccola strada. Lui non le dava alcun nome, per lui era solo la strada per arrivare nella sua casa di campagna. I popolani però un nome gliel’avevano dato: la piccola strada che porta alla tenuta di Camillo. La strada di Camillo, la stradina di Camillo, la straduccia di Camillo. Insomma, la Camilluccia!

Da quel giorno la strada tra la gente era diventata la Camilluccia, finchè nel 1870 il nome diventò istituzionale. Oggi è diventata la via di Fendi, della ambasciate, dei conventi delle suore, delle ville megagalattiche. E pensare che un giorno era una semplice stradina sterrata di campagna…

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Gap, la gang clandestina che aggiusta Roma illegalmente

Hot

A Roma ci si può muovere anche in treno, ma nessuno lo sa

Hot

Il dizionario del dialetto romanesco

Hot

Connect