Sport

Se Balotelli venisse a Roma

Se Balotelli venisse a Roma
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars

Di Alberto Ressa – In questi giorni si fanno sempre più insistenti le voci di una rottura tra il Liverpool e Mario Balotelli. Il talento italiano è in rotta con squadra, tifosi e dirigenza dei “reds” ed è sempre più vicino all’addio all’Inghilterra. Destinazione? Incredibile ma vero, la squadra più nominata è la Lazio di Claudio Lotito, che dovrebbe riuscire a liberarsi dello stipendio di Miroslav Klose, per fare spazio a Super Mario.

E così le fantasie dei tifosi biancocelesti spiccano il volo, quello di cui si parla è un prestito di 6 mesi, in cui Balotelli farebbe trio con Anderson e Candreva, formando uno degli attacchi più forti del campionato. Lotito lo vuole, i tifosi lo vogliono, per puntare a quel terzo posto che significherebbe Champions League, o addirittura a insidiare gli odiati cugini della Roma al secondo, evitando i preliminari. Ma Super Mario come vivrebbe Roma? Cosa farebbe Balotelli se arrivasse nella città eterna? Una città grande, dispersiva, una città che ti cattura, con tutte le sue contraddizioni. Chissà se l’attaccante reggerebbe il colpo.

Sicuramente se Balotelli arrivasse a Roma prenderebbe casa a Vigna Clara, “la Beverly Hills di Roma Nord”, per dirla alla De Sica. Un quartiere dove Super Mario avrebbe vicino i campi di Formello, e molti compagni di squadra visto che metà Lazio abita proprio tra lì e il Fleming. Affitterebbe un attico e super attico, magari su via di Vigna Stelluti, o in una delle vie interne più intime. Magari prenderebbe casa agli “Stellari”, famoso comprensorio a forma di stella, dove molti giocatori di passaggio hanno affittato lussuosi appartamenti. Potrebbe anche optare per la soluzione di Cissè quando venne a Roma, abitare in albergo, precisamente al River Chateau, dietro Ponte Milvio.

Ferrari Balotelli2

In quel periodo si vedeva il francese passare per la zona con le sue super car coattissime, dalle Jeep gigantesche alla “Ace Ventura: missione Africa”, alle classiche Lamborghini di colori sgargianti. E anche Super Mario, seppure abitasse a Vigna Clara dove le super car si sprecano, non passerebbe inosservato con la sua Ferrari F12 Berlinetta rossa fiammante, oppure la sua Bentley Camouflage. Gli abitanti del quartiere si abituerebbero a esclamare: “Oh, guarda, sta passando Balotelli!”.

E Super Mario, dove andrebbe la sera nelle sue famose notti brave? Innanzitutto andrebbe a cena in posti leccatissimi e super sputtanati, tipo il Met di Ponte Milvio, oppure Assunta Madre in centro. Ma potrebbe anche essere più ricercato e, sempre a Ponte Milvio, chiudersi da Brando, o scegliere La Norma al Fleming se non addirittura Benito. E dopo cena, una volta ripresa la macchina parcheggiata in seconda fila, si butterebbe in qualche locale. D’estate sceglierebbe sicuramente qualcosa tipo il Tempio delle Donne o l’Elyx. D’inverno l’Art Cafè, e di domenica il Gilda, per fare pace con Totti dopo il famoso calcione. Nelle serate tranquille andrebbe a prendersi un cocktail all’Elle di via Veneto.

Di sicuro c’è che i pr di Roma Nord e del centro farebbero a gara per farlo entrare gratis ovunque, e si vanterebbero di conoscerlo perchè una volta ci hanno scambiato quattro parole. Insomma, per dirla in poche parole, Balotelli venisse a Roma diverrebbe soltanto un altro ricchissimo, viziatissimo, scontatissimo pischello di Roma Nord.

Comments

comments

you may also want to read

No Commenti

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− uno = 5