Sport

Partita sospesa, torna a casa prima e trova la moglie con l’amante

Partita sospesa, torna a casa prima e trova la moglie con l’amante

Tradito da tutti, dal Vicenza, la sua squadra, sul campo, e dalla moglie, nel letto. E’ successo a uno sfortunato tifoso del Vicenza che, il 4 maggio del 2013, lasciò lo stadio in anticipo perché l’arbitro sospese la partita Vicenza-Empoli per disordini. Già il Vicenza era sotto di cinque, il tifoso già triste si è diretto verso casa, in anticipo rispetto al previsto. Arriva a casa con la delusione calcistica e come se non bastasse trova la moglie a letto con un altro. Sembra un film comico, è invece è un dramma reale, fatto sta che la vicenda è finita in tribunale.

L’episodio, raccontato dal quotidiano Il Tirreno, risale ormai a due anni fa, quando la partita di B dello stadio Menti tra i biancorossi e gli azzurri di Sarri viene sospesa dall’arbitro Giancola di Vasto sullo 0-5 per disordini (un gruppo di tifosi veneti aveva contestato con un’invasione di campo). Il tifoso del Vicenza, 36 anni, decise di non aspettare che la gara riprenda (succederà mezz’ora dopo e finirà 1-5) e di tornare a casa prima. Arrivato nella sua dimora, trova la moglie nel letto con un altro e scopre il tradimento. Scoppia una lite con l’amante, che viene ferito e sporge denuncia: la vicenda, approdata sulla scrivania del giudice di pace pochi giorni fa, si è chiusa con un “pareggio”. L’amante infatti ha deciso di ritirare la denuncia dopo che il giudice ha stabilito un risarcimento economico da parte del vicentino.

Comments

comments

you may also want to read

No Commenti

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.