Connect with us

Hot

Roma Nord: voglia di cambiare

Di Rocco Chinnici – Sarà un caso, ma a pochi metri dal distributore Eni che fu la base operativa di Mafia Capitale, è nata la Lemon and Freedom, un progetto artistico creata da ragazzi per ragazzi che ha un messaggio chiaro e semplice: la mafia e la guerra fanno schifo. Un segnale che Roma vuole cambiare, sta cambiando e lo sta facendo tramite i giovani, e tramite l’unica cosa che veramente dà la liberta: la cultura.

E non sono i classici figli di papà che volevano un nuovo giocattolino, questa è la Roma Nord che non t’aspetti. Quella per il sociale, quella impegnata, quella che si batte per i diritti. Lemon & Freedom, limone e libertà, questo il nome della nuova idea nata al Fleming che ha la cultura al centro, che tramite varie forme d’arte si sta impegnando a portare avanti un progetto artistico avvolgente, dalle magliette ai quadri, dalla poesia alla fotografia, dalla musica alla scrittura.

A farci stupire da Roma Nord ci hanno pensato due ragazzi di 30 anni, Pietro e Riccardo, originari di Viterbo, che hanno lanciato questa “piattaforma”, come piace chiamarla a loro, capace di unire le forme d’arte moderna e rivisitarle secondo un messaggio ben preciso. L’impegno principale sono le magliette, che vendono anche online, grafiche moderne e basic perchè “l’importante è il messaggio”. War Sucks, Mafia Sucks, e poi magliette contro l’inquinamento, l’industrializzazione, e tanti, tanti limoni.

pik

Oltre alle magliette, la Lemon&Freedom assorbe anche altre arti. A iniziare dalla pittura, Pietro e Riccardo hanno infatti accolto nel loro spazio l’artista Pick. Un pittore innovativo romano che dipinge su tela solo con una sostanza: le salse. Pesto, ketchup, sesamo, maionese, pomodoro. “Anche questo significa freedom, la libertà di usare condimenti come tempere”. E poi la scrittura, con lo scrittore-musicista, nonché vincitore del premio Borsellino, Daniele Sansone, e ancora varie band e rapper italiani per concludere con un testimonial d’eccezione, Francesco Moneti dei Modena City Ramblers, storico gruppo musicale che calca le scene da oltre vent’anni. Ma anche l’avventura, con il sostegno al team romano che parteciperò al Mongol Rally 2015.

Ovviamente tutto ruota accanto alle magliette, che da un anno a questa parte stanno avendo un grande successo in tutta Italia e anche all’estero, con messaggi forti da trasmettere tramite la moda. Oggi, a Roma, se si ha una buona idea e il coraggio di metterla in pratica, ancora ci si riesce. Pietro e Riccardo ce l’hanno fatta, con un solo motto, anzi due: limoni e liberta’.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Gap, la gang clandestina che aggiusta Roma illegalmente

Hot

Connect