Roma

Dopo 100 anni torna la “marcia su Roma”

Dopo 100 anni torna la “marcia su Roma”

Dopo quasi 100 anni torna la “marcia su Roma”. Si chiamerà “marcia dei patrioti” e si terrà all’Eur il 28 ottobre, stesso giorno della marcia con cui Mussolini prese il potere nel 1922.

Organizzata da Forza Nuova, la marcia è stata vietata dal ministro Minniti e dalla questura. Questo però non ha fermato l’organizzazione, che è proseguita con i dettagli diffusi sulla pagina Facebook del partito, incurante delle reazioni e intenzionato a proseguire senza rinunciarvi.

L’appuntamento sarà di fronte al Palalottomatica alle 15 e sono chiamate a raccolta tutte le sezioni forzanoviste sparse per l’Italia. C’è in atto anche una raccolta fondi con PayPal. Gli obiettivi saranno il no allo ius soli e la protesta contro le violenze e gli stupri degli immigrati. Già dall’annuncio della marcia i politici si erano indignati, la Raggi aveva detto che “la marcia su Roma non può e non deve ripetersi”, Zingaretti insieme a lei: “La Marcia su Roma fu una tragedia, rifarla oggi sarebbe un insulto e una farsa ridicola”.

Gli slogan saranno “In marcia per la libertà di espressione”, “tutto per la patria” e altri presenti sul sito. Il simbolo è lo storico Colosseo Quadrato di creazione fascista. Slogan che fanno paura a chi non vuole la marcia, politici e cittadini che non hanno gradito la concomitanza con l’anniversario della vera marcia su Roma. Anche l’Anpi ha deciso di reagire organizzando lo stesso giorno una mobilitazione nazionale antifascista. Come andrà a finire? Lo scopriremo tra pochi giorni.

Comments

comments

you may also want to read

No Commenti

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.