Roma

A Ponte Milvio riaffiora un tesoro archeologico

A Ponte Milvio riaffiora un tesoro archeologico

In quello che è il simbolo di Roma nord riaffiora un altro tesoro dell’immenso patrimonio archeologico di Roma. Quattro ambienti, databili dal I al IV secolo d.C., sono emersi a pochi passi da Ponte Milvio, lungo la pista ciclabile, nella suggestiva cornice del Tevere.

L’interpretazione non è facile, potrebbe lasciare intendere un probabile utilizzo commerciale delle aree, vista la vicinanza con il fiume, in particolare per quel che riguarda la parte inferiore degli scavi, risalente a un periodo compreso tra il I e il II secolo.

La Soprintendenza speciale di Roma ha varie ipotesi, a proposito del secondo livello (databile tra il III e IV secolo), si potrebbe trattare di una ricca villa suburbana. Ma la vicinanza con le tombe, che contengono ancora reperti ossei intatti, fa pensare anche a un luogo di culto cristiano con accanto dei mausolei. Lo sapremo solo “solo con le prossime analisi dei materiali di scavo”.

Di certo ci sono le splendide decorazioni in marmo che abbelliscono le stanze del complesso archeologico, il meraviglioso pavimento in opus Sectile, il piccolo cimitero con quattro sepolture, l’aula absidata
affiancata da una stanza rettangolare e sopratutto due costruzioni circolari.

“Siamo davanti alla sovrapposizione di due fasi – ha dichiarato il soprintendente Francesco Prosperetti – la prima, risalente al I secolo e che testimonia l’esistenza di attività produttive e scambio di merci, è stata sostituita nel III da un altro edificio, prezioso, che si caratterizza per i marmi e le decorazioni e di cui non sappiamo la destinazione”.

Per le caratteristiche del territorio, vicino al fiume e quindi esposto a esondazioni, i tecnici saranno costretti “a reinterrare l’edificio”, nonostante “a gran voce ne è richiesta una diversa valorizzazione” in particolare “dai ciclisti della ciclabile”. Per ora si stanno studiando gli scavi con ricostruzioni in 3d.

Comments

comments

you may also want to read

No Commenti

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.