Connect with us

Roma

Avvistato coccodrillo a Roma nord

A Roma ormai ci sono tutti i tipi di animali, le volpi a via Cortina d’Ampezzo, i cinghiali sulla Cassia, i maiali alla Romanina, i bisonti a Roma nord, per non parlare di topi, piccioni, gabbiani. Il coccodrillo ci mancava ancora però.

Ieri un coccodrillo gigante è stato avvistato nel Tevere da un sessantenne mentre stava pescando, all’altezza del ponte Duca D’Aosta, quello di fronte lo Stadio Olimpico.

Il pescatore ha visto il grosso rettile e subito è andato verso lungotevere di corsa, poco dopo le 11, ha fermato terrorizzato una pattuglia dei vigili che stavano regolando la viabilità di fronte allo stadio e ha raccontato quello che ha visto.

Ma non è stato l’unico a segnalarlo, è arrivata anche una chiamata al 112 raccontando di aver visto un coccodrillo nel Tevere. E così le pattuglie dei vigili del fuoco per tutta la mattina hanno controllato le sponde tra Ponte Milvio e Ponte Risorgimento. Per ora non hanno trovato niente ma si continua a cercare.

Pochi mesi fa era scattata la psicosi anche a Maccarese, dove “i carabinieri e i forestali stanno continuando le verifiche nei canali. Potrebbe essere stato uno scriteriato che si è disfatto di un rettile tenuto in casa. Per ora non hanno ancora trovato niente” ha dichiarato il sindaco di Fiumicino.

In effetti l’ipotesi potrebbe essere valida anche per il coccodrillo romano, a Roma è pieno di persone con rettili di ogni tipo e dimensione. “Potrebbe essere anche un iguana gigante” ha raccontato Fabio Garigli, esperto di animali esotici “di iguane ce ne sono tantissime nelle case. Non escluso anche un coccodrillo visto che il Tevere è l’ambiente perfetto per loro, pieno di vegetazione e con pochissime barche. Il microclima è buono per la vita dei rettili di grossa taglia. Chiunque lo veda deve avvertire subito le forze dell’ordine”.

Già ieri su Lungotevere si era formato un capannello di persone curiose di assistere alla nuotata del coccodrillo o, ancora meglio, alla sua cattura. Se la sua presenza dovesse essere confermata siamo sicuri che diventerà una mascotte romana, anzi di Roma nord, si parlerebbe già di mostro di Lochness con le Hogan o di coccodrillo che è scappato dalle Lacoste, con il Moscow Mule in mano.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Gap, la gang clandestina che aggiusta Roma illegalmente

Hot

Connect