Connect with us

Roma

Blu e’ tornato a Roma, nuovo murales a Rebibbia

Blu è tornato a Roma, ed è tornato a Rebibbia, con un enorme murale allegorico che racconta la società. L’opera si chiama Càpita, è una giostra gigante fatta di scivoli intricati, che separano la società in due “piscine”: da una parte quella dei potenti, dall’altra gli scarti della società con le forze dell’ordine che tengono lontani i pezzenti.

Precisamente il murales si trova sui muri di alcune palazzine tra via Ciciliano e via Giovanni Palombini, dove Blu era già intervenuto anni fa. La zona precisa è Casal dè Pazzi, vicino al carcere di Rebibbia. Nella parte alta del murales i colori della bandiera della page distruggono le sbarre del carcere, grazie alla forza delle radici di un albero.

Dopo la grande opera in via del Porto Fluviale, Blu è tornato a dipingere in grandi formati, questa volta in periferia, grazie al coordinamento e al finanziamento dal basso del comitato di quartiere Mammut. La Roma che ci piace.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

Il dizionario del dialetto romanesco

Hot

Connect