Connect with us

Coolture

Domani il concerto dei Tre Allegri Ragazzi Morti, 15 ingressi per voi lettori

“Il mondo prima” e “La mia vita senza te” sono ormai parte dell’immaginario indie nazionale, sono i Tre Allegri Ragazzi Morti, folli prima che dalla loro musica, dal nome. I tre hanno deciso di non donare la propria immagine ai media, di immaginarsi dentro la matita di Davide Toffolo, popolare disegnatore di fumetti, e di nascondersi dietro maschere divenute feticcio e simbolo di un immaginario collettivo ormai molto amato, evocato dai loro testi e dagli spettacoli live.

I Tre Allegri Ragazzi Morti questo venerdì, 3 maggio, saranno a Roma, alle 22 in concerto gratuito alla sala B di Via Asiago (Prati), per il prossimo appuntamento dei concerti di Rai Radio2 Indie Live. La serata sarà raccontata su Rai Radio2, con le voci di Carolina Di Domenico e Pier Ferrantini.

Una delle tante serate della nuova Rai Radio2 Indie, la radio in dab della Rai dedicata al genere che fa da padrone in questo periodo in Italia. The Roman Post è partner di Rai Radio 2, che ci riserva degli ingressi esclusivi. Il concerto di venerdì è gratuito, come tutti quelli di Rai Radio2 Indie Live, ma i posti sono limitati. Per i nostri lettori invece Rai Radio2 Indie ha riservato 15 ingressi, ovviamente gratuiti anche questi.

Per avere i biglietti basta scriverci alla mail theromanpost@gmail.com mettendo come oggetto il concerto in questione e scrivendo nella mail nome e cognome delle persone (maggiorenni) che usufruiranno dei biglietti. I primi 15 riceveranno i biglietti e basterà presentarsi con i documenti al concerto per entrare. Come si dice a Roma “chi prima arriva meglio alloggia”.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Gap, la gang clandestina che aggiusta Roma illegalmente

Hot

Svelato il mistero dei cartelli “Cercasi scambisti”

Roma

A Roma ci si può muovere anche in treno, ma nessuno lo sa

Hot

Connect