Connect with us

Junk

Avvistato Spider Man a Garbatella, ma era solo un ladro

Non prendiamoci in giro, ma secondo voi, Stan Lee, creatore del tanto amato Spider Man, alter ego di Peter Parker, avrebbe mai potuto immaginare che il suo gioiello sarebbe stato sacrificato per mettere in atto una rapina?

Certo è che il ladro in questione, sottovalutando la difficoltà dell’impresa, si è presentato solo con una maschera dell’uomo ragno e un coltello come arma del delitto, dimenticando di procurarsi tutte quelle qualità (come forza, velocità e riflessi pronti) protagoniste del famigerato “senso di ragno” del personaggio.

Pur avendo già precedenti, la scelta del luogo del crimine ha dimostrato ulteriormente la carenza dei super poteri di Spider Man: infatti, vincendo la pigrizia, è ricaduta sulla gelateria “Il Pellicano” in piazza Biffi zona Garbatella, stesso quartiere del ventiseienne che non gli ha lasciato via di scampo: esordendo con “Famo a capisse, ora mi dai tutto l’incasso o finisce male”, l’uomo ragno è piombato nella gelateria il 27 luglio verso le 14, ma è stato subito paralizzato dall’improvviso tentativo del gelataio di fermarlo: così il rapinatore lo ha accoltellato al braccio per garantirsi la fuga.

Battaglia aperta: il gelataio non se l’è data per vinta e ha subito rincorso l’uomo ragno per le strade della Garbatella. Lo scontro, però, è stato sedato dopo pochi metri: la polizia, avvertita dai giovani del bar accanto, è arrivata in soccorso del commerciante ed è infine riuscita ad arrestarlo per tentata rapina aggravata, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale in via Giovanni Da Capistrano.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Il dizionario del dialetto romanesco

Hot

Connect