Connect with us

Junk

Cosa differenzia il bingo dalla tombola?

La tombola e il bingo sono due giochi molto simili ma derivanti da culture diverse, ma quali sono le differenze tra i due?  

La nascita della tombola

Secondo la tradizione la tombola nacque da un litigio tra padre Gregorio Maria Rocco e Re Carlo di Borbone nel 1734 a Napoli. Il re era intenzionato a rimpinguare le casse di corte con il gioco del lotto mentre il padre si era mostrato contrario in quanto temeva che il gioco avrebbe allontanato i fedeli dalla chiesa. I due trovarono un compromesso, vietando il gioco durante le festività Natalizie. I napoletani non erano però d’accordo e decisero quindi di improvvisarne una versione casalinga, con un tabellone da 90 numeri e le cartelle. Da lì nasce la tradizione della tombolata natalizia e il gioco della Smorfia dove ad ogni numero viene abbinato un qualcosa che racconta la storia dei numeri estratti (1 l’Italia, 4 il maiale, 5 la mano e così via…).

La nascita del bingo

Il gioco del bingo è una derivazione del più antico gioco del lotto, solo negli anni 1920 Hugh J. Ward decise di scrivere le regole di questa nuova versione in modo tale da creare un gioco adatto per le fiere. Il gioco venne reso poi popolare da Edwin Lowe un venditore di giochi che per caso si imbatte in questa strana versione del lotto chiamata “beano” riferita ai fagioli secchi usati per tenere il punteggio. Lowe decise così di portare questo gioco nella sua New York dove uno dei suoi amici in presa all’enfasi della vincita gridò “bingo”. Il nome piacque così tanto che cambiò quello originale. Già nel 1940 la febbre del bingo aveva invaso gli Stati Uniti.

La differenza delle regole

Il gioco della tombola nasce per essere giocato in famiglia durante le feste natalizie, mentre il bingo è un gioco nato per le fiere. Infatti, la tombola è più intima raccolta ma soprattutto più lenta del bingo, basti pensare ai numeri della smorfia per cui ad ogni estrazione si dice anche l’immagine folcloristica collegata. Anche il sistema di punti è differente. Nella tombola si chiamano le vincite con ambo, terno e quaterna mentre nel bingo si fa solo la “cinquina” dei numeri in fila e il bingo della cartella completa. Il bingo è un gioco veloce e facile da giocare, inevitabilmente più diffuso e popolare della tombola, ad oggi questa variante del lotto si è consolidata in Italia conquistando una grande fetta di pubblico.

Il fascino del bingo

Ad oggi le sale bingo sono circa 200 su tutto il territorio con più di un milione di giocatori, in italia si presenta con la cartella da 90 numeri anziché i 75 del bingo classico all’americana, appunto per seguire la tradizione della tombola. Le sale fisiche a volte hanno dei veri e propri ristoranti così da invogliare i giocatori a spendere una divertente serata e nel mentre mettere qualcosa sotto i denti. Ovviamente nell’epoca digitale non mancano piattaforme dove si può giocare Bingo online, giocabile tranquillamente dalla poltrona di casa con un acceso ad internet, per garantire un divertimento sano e rilassante anche senza dover uscire dopo una dura giornata di lavoro.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Il dizionario del dialetto romanesco

Hot

Connect