Connect with us

Junk

Arriva Drinkopoly, il gioco dell’estate post lockdown

Dopo un anno chiusi in casa serviva qualcosa che ti facesse riprendere velocemente i ritmi di divertimento a cui eri abituato, e anche i ritmi alcolici. In più serviva anche un diversivo per scordarsi dell’anno passato e guardare avanti.

Beh, forse quel qualcosa è arrivato, se negli ultimi anni abbiamo giocato a Dixit, alle Escape Room, ai giochi su Houseparty, adesso è il momento di tornare i leoni che eravamo. Ed è arrivato il gioco definitivo per dimostrarlo: Drinkopoly.

Avete presente tutti quei giochi alcolici che ogni tanto, durante la serata, l’amico vostro che ha fatto per due mesi l’animatore di un villaggio in Puglia propone e che vi fanno tornare a casa in taxi? Ecco, Drinkopoly è l’evoluzione di tutto questo.

Hanno istituzionalizzato tutti quei giochetti da fare la sera per bere in compagnia divertendosi. Drinkopoly è un gioco da tavola, lo dice anche il nome, dedicato interamente a bere. Un Monopoly per bevitori.

Come Monopoly ha 44 caselle su un tabellone classico, non ci sono Parco della Vittoria e Vicolo Stretto ma il pub, il club o il bar. E la cosa assurda è che, come nella realtà, si può decidere cosa bere, se cocktail, shot o long drink.

Naturalmente ci sono anche le carte, con prove di abilità e prove “faccia tosta”, con giochi divertenti, dissacranti, sexy e irriverenti. Vince solo chi resiste, per modo di dire. Perché dopo un po’ le risate aumentano e ci vorrebbe una GoPro fissa a riprendere la partita, o una diretta Instagram (storie di vita vissuta).

Perfetto per quelle serate in cui non hai voglia di uscire ma hai voglia di fare serata, passi al supermercato solo nel reparto alcolici, o ordini su una delle piattaforme online, e poi apri la magica scatola. Perfetto anche per regalarlo alle persone che se lo meritano, un regalo originale, divertente e anche utile.

Così poi quando vi invitano sarete obbligati a cedere agli scioglilingua, obbligo o verità, recitare poesie o gli altri giochi che già da lucidi sarebbero difficili, figuriamoci con l’handicap di 6 gin tonic alle spalle.

Costa 30 euro, quanto una bottiglia di un Barolo mediocre. Mettete in conto anche il costo del taxi al ritorno perché, probabilmente, non vi ricorderete neanche come si va in bicicletta. Il giorno dopo, in hangover, lo odierete, ma dopo qualche ora scriverete al vostro amico “a quando prossima serata Drinkopoly?”. 

Se vi piace e volete comprarlo per voi o regalarlo potete andare su Amazon e inserire il codice TROMAN10 per lo sconto riservato ai nostri lettori. Questo è il link https://amzn.to/3wqLy7k.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Il dizionario del dialetto romanesco

Hot

Connect