Roma

Un “circo” americano a Roma

Un “circo” americano a Roma

Di Manfredi Parenti – “Americà, facce Tarzan…!” avrebbe detto Alberto Sordi passando in queste settimane nelle zone di Tor di Quinto. E la sua richiesta sarebbe stata esaudita perché da qualche settimana a Roma Nord, più precisamente a Viale di Tor di quinto 57 (Lato Flaminio Real, Poligono), gli americani sono arrivati veramente a fare “i Tarzan”.

Dal 25 dicembre infatti è tornato a Roma il Circo Americano della famiglia Togni, il più grande circo del mondo a 3 piste: una «città viaggiante» composta da 50 animali di 4 specie diverse e oltre cento persone, tra artisti, tecnici e personale specializzato nell’installazione dell’enorme tensostruttura di duemila metri quadrati che ospita 2000 posti a sedere.

Il circo americano in realtà è solo la tipologia dello spettacolo perché la Famiglia Togni in realtà è italianissima, e dal 1963 fa tappa con regolarità nella capitale agendo sulle aree più storiche della città: Viale Tiziano, Piazzale Clodio, Conca d’Oro, Via Cristoforo Colombo e persino a Villa Borghese in occasione dell’Estate Romana del 1982. Quest’anno il ritorno a Roma coincide con il ritorno del Circo da Viale Tor di Quinto, zona da cui mancava il circo da tanto tempo.

In pista vedremo tre generazioni dei Togni. Tra i più giovani Claudio ed Enis, eccentrici saltatori al trampolino elastico, Adriana e Ilaria acrobate dell’aria, al cerchio. Il nuovo spettacolo dunque proporrà attrazioni internazionali, sontuose parate, giocolieri, acrobati dal talento multiforme, esilaranti clown, professionisti del brivido e artisti premiati al Festival del Circo di Montecarlo e all’International Circus Festival of Italy.

Non mancheranno neanche le esibizioni con animali da ogni continente. Flavio Togni, proporrà il più grande gruppo di elefanti presente in un circo in tutto mondo: sette magnifici esemplari di elefante indiano. Da non perdere neanche il ricco campionario di esibizioni di equitazione dei Togni Junior e la cavalleria in libertà su tre piste, quadri di grande spettacolarità che rivelano la straordinaria confidenza tra uomo e animale. La dimostrazione più eloquente in tal senso ci viene fornita da Bruno Togni che a soli 22 anni debutta ufficialmente a con un maestoso gruppo composto da sette tigri del bengala (di cui una dal manto bianco) nate in casa Togni e cresciute nella propria carovana e addestrate amorevolmente da lui stesso

Se non volete perdervi questo emozionante spettacolo avete tempo fino al 3 febbraio. Gli spettacoli saranno alle 17.30 dal lunedì al giovedì, il venerdì alle 17.30 e 21.00, mentre il sabato e la domenica alle 16.00 e 19.00. Martedì sarà invece il giorno di riposo settimanale.

Se volete maggiori informazioni visitate il sito: www.americancircus.it.

Comments

comments

you may also want to read

No Commenti

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.