Connect with us

Hot

Lemongrass tra le vie della capitale: la cucina del Vietnam a Roma

Il Vietnam è un paese affascinante e ricco di contrasti, proprio come la sua cucina. Seguici nei ristoranti vietnamiti a Roma e corri a prenotare la tua prossima vacanza. Richiedere un visto Vietnam è facile come finire una gustosa scodella di Phở.

Ristorante NUNU

Cominciamo dal ristorante NUNU, zona Termini, un luogo senz’altro curioso e bello da vedere in quanto decide di omaggiare il Vietnam dedicando ciascuna delle sale a una regione specifica. I Piccoli Morsi, così vengono chiamati gli antipasti da NUNU, spaziano da involtini freschi o fritti, vegetariani o farciti dal tipico abbinamento gambero-maiale, a freschissime insalate di pomelo o papaya verde. Non manca ovviamente il celebre Phở, piatto simbolo, ma sul menu troviamo anche il Bún Bò Huế a base di manzo ed erbe aromatiche, tra cui il profumatissimo lemongrass. Se decidete di visitare NUNU in compagnia, approfittatene per provare l’hot pot su prenotazione, o Lẩu Thập Cẩm: calamari, gamberi e manzo vengono serviti con noodles di riso, tofu e verdure e cucinati direttamente al tavolo immergendoli in un brodo super saporito: la condivisione è l’ingrediente segreto di questa preparazione, diffusa in tutta l’Asia in tante varianti.

Ristorante Mekong

Se vi piace essere guidati tra i sapori di una nuova cucina da chi ne sa, i menu degustazione del ristorante Mekong faranno al caso vostro. Chiamato così in onore del fiume che attraversa il Vietnam per 4000 chilometri, il ristorante è raggiungibile dalla fermata della metro Furio Camillo. Gợi ý của Bếp trưởng, lo chef consiglia… diversi piatti, tra cui riso saltato ai frutti di mare, pollo cotto in foglie di banano e costine di maiale caramellate. Chi invece sceglierà il menu del Tempio Buddista, completamente vegetale, potrà assaggiare ad esempio polpettine di verdure speziate, tofu fresco saltato con sedano e peperone rosso e melanzane piccanti.
La cucina vietnamita si basa su cinque colori e cinque sensi che ogni chef, compreso quello del ristorante Mekong, cerca di tradurre nei suoi piatti. Così si legge sul loro sito: la composizione attrae la vista, i suoni che provengono dagli ingredienti croccanti toccano l’udito, le spezie, percepite dalla lingua solleticano il gusto, gli ingredienti aromatici, provenienti principalmente dall’uso delle erbe, stimolano l’olfatto, e alcuni pasti, tipo finger food, sono percepiti dal tocco.
Hai già iniziato a pianificare il tuo prossimo viaggio con la pancia piena di noodles di riso? Tieni bene a mente che per qualsiasi soggiorno in Vietnam dalla durata superiore ai 15 giorni, è necessario richiedere un visto. Il visto per il Vietnam si può richiedere online anche mesi in anticipo rispetto all’effettiva partenza.

Ristorante Pho1

Già dal nome si capisce subito che la pietanza principale di questo ristorantino in via Merulana, spartano e accogliente, è il Phở, celebre zuppa agrodolce. Da Pho1 potrete scegliere tra cinque tipi di zuppa a base di manzo o pollo, come vuole la tradizione, servita con noodles di farina di riso e guarnita con lime, verdure fresche e croccanti ed erbe aromatiche. Dopo aver esaurito tutte le varianti di zuppa, per cambiare, ordinate il Bún chả: il piatto a base di carne di maiale alla griglia, protagonista di una puntata di Parts Unknown del compianto Anthony Bourdain, ha cambiato la storia di un ristorantino di Hanoi quanto lo chef ci si è casualmente presentato con il 44esimo presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Per chiudere il pasto, assaggia il caffè vietnamita, filtrato lentamente e servito con il latte condensato sia caldo che sopra a del ghiaccio.

Vuoi saperne sempre di più? Richiedi un visto Vietnam online

Gli ingredienti caratteristici dei piatti della cucina vietnamita cambiano a seconda della regione di provenienza. A nord spiccano salsa di pesce, lime e foglie di bambù, loto e banano. Il Vietnam centrale è celebre per la tradizionale cucina imperiale, molto saporita e piccante. Nel sud del Vietnam, caldo e rigoglioso, prevalgono frutta e verdura, erbe aromatiche e dolce latte di cocco.

Un visto elettronico per il Vietnam ha una validità massima di 30 giorni, tutto il tempo che ti serve per esplorare un paese così variegato e suggestivo. Compila il modulo online in pochi minuti e ricevi il tuo visto Vietnam via email, evita fastidiose gite in ambasciata e code in aeroporto e viaggia senza pensieri.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Il dizionario del dialetto romanesco

Hot

Connect