Roma

Il Piper chiude

Il Piper chiude

Inaugurato più di 50 anni fa da Giancarlo Bornigia, il Piper fa parte della storia di Roma. In Via Tagliamento, al centro del triangolo Coppedé, Parioli e Salario, è stato il palcoscenico di moltissimi artisti italiani e star internazionali: dagli Who, ai Rolling Stone, dai Pink Floyd a Jimi Hendrix, fino a Patty Pravo, conosciuta appunto come “la ragazza del Piper”, Renato Zero e Mia Martina. Ora la storia della discoteca più famosa di Roma è finita perché il locale è stato messo all’asta con un prezzo di partenza di 1.676 milioni, così riporta Fanpage.

In realtà il Piper è già andato all’asta nel 2007 per debiti. Per pagare i debiti eccessivi della società proprietaria delle mura, l’immobiliare Luna S.r.l., con un prezzo base di 2,8 milioni. Il fallimento della società è stato disposto il 19 aprile 2007 a piazzale Clodio. C’è però un’artista italiano che sarebbe discosto a tutto pur di salvare la discoteca. Appresa la notizia, il Piotta ha lanciato una proposta online: “E se ci mettessimo insieme tra amici, un bel po’ di amici e scollettassimo  un po’?”.

Comments

comments

you may also want to read

No Commenti

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.