Connect with us

Roma

“Cancelli a piazza Bologna” la proposta dei residenti contro la movida

Chiudere piazza Bologna, questa la proposta dei residenti per contrastare la “movida selvaggia”. Ovviamente chiudere la piazza non si può, ma la proposta è di chiudere i giardini di notte, per provare a ridurre gli schiamazzi.

La proposta dei residenti assonnati è di fare come piazza Vittorio, cancelli chiusi di notte nel giardino, per evitare che i ragazzi ci si piazzino fino all’alba e li tengano svegli. I residenti chiedono anche più controlli per le strade.

A luglio per due settimane i residenti hanno visto la luce, con la chiusura per 15 giorni di due locali per aver venduto alcolici oltre gli orari consentiti. Due settimane di “sonni tranquilli” dicono i residenti, che se la prendono anche con i tavolini dei ristoranti “ormai sono ovunque, è difficile attraversare le strade”.

E’ chiaro che le regole devono essere rispettate, ma il rumore della movida è inevitabile, anche fino a tardi. E allora la domanda che ci poniamo è questa, essendo piazza Bologna ormai da anni un centro nevralgico della street nightlife romana, come Trastevere o Ponte Milvio, chi deve adattarsi? I residenti devono farci pace e semmai decidere di spostarsi verso quartieri più silenziosi, o i ragazzi che devono cambiare piazza? Ai posteri l’ardua sentenza.

Photo credit: Repubblica

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Il dizionario del dialetto romanesco

Hot

Connect