Connect with us

Coolture

La prossima settimana andare al cinema costa 3,50 euro

Il rapporto tra Roma e il cinema è qualcosa di indissolubile, anche se non viviamo più gli anni del grande cinema romano e i tempi d’oro di Cinecittà, a Roma il cinema si respira nell’aria.

Il legame tra i romani e il cinema è romantico, tutti i romani hanno una passione innata per il cinema. D’altra parte a Roma il cinema si trova in ogni angolo, nei tragitti di ogni giorno si passa davanti a luoghi che sono diventati scenografie di film storici. Roma, come New York, è una delle città in cui sono stati girati più film nella storia del cinema.

Sicuramente la prima in Italia, con oltre 1500 film. Per capirci, la seconda è Milano con 352. E non solo per la nostra passione per il cinema, ma anche per questa affinità tra Roma, i romani e il cinema che scriviamo questo articolo con particolare enfasi.

La notizia che vogliamo darvi è l’iniziativa che hanno lanciato Anica e Anec con il supporto del Ministero della Cultura e dei David di Donatello. Si chiama “Cinema in festa” ed è organizzata per stimolare il pubblico a tornare in sala dopo le difficoltà della pandemia, culmine di un processo di allontanamento dal cinema che è nato anni fa.

“Cinema in festa” permette di andare al cinema, da domenica 18 settembre a giovedì 22, a 3 euro e cinquanta per tutti gli spettacoli. Un’iniziativa che prende spunto dalla “festa del cinema” francese e si propone di durare fino al 2026 per due volte all’anno, una a settembre e l’altra a giugno.

Le sale che aderiscono sono tantissime a Roma, qui trovate l’elenco, per i film c’è l’imbarazzo della scelta per tutti i gusti. 

In sala ci sono i film appena stati al festival di Venezia, come Siccità di Virzì che racconta una Roma assetata e distopica, oppure il nuovo di Nanni Moretti, Las Leonas.

Pieno anche di film per famiglie, come Minions 2, Taddeo l’esploratore e l’ultimo Spiderman. Anche gli amanti dell’azione non restano a secco con in sala film come Nido di vipere, definito “il Pulp Fiction coreano” oppure il thriller Watcher o il giallo Maigret. Tra i biografici spiccano il film su David Bowie e “E’ stato tutto bello”, il film di Veltroni su Paolo Rossi.

Gli abitanti delle altre città hanno una bella possibilità di andare al cinema a 3,50 euro, noi romani no, noi abbiamo il DOVERE di partecipare all’iniziativa. Perché? Perché il cinema è sempre stato innamorato, come noi, di Roma, da Vacanze Romane a La Grande Bellezza. Perché Roma ha sempre vissuto di cinema, perché il neorealismo è nato a Roma, la Commedia Italiana è nata a Roma, il grande Western è nato a Roma. Perché Alberto Sordi, Anna Magnani e Sergio Leone sono nati a Roma. Perché Fellini avrebbe voluto nascere a Roma. Perché la capitale della Dolce Vita è Roma.

Perché Roma è una scenografia naturale e i romani sono attori nati. Perché noi romani siamo tutti esperti di cinema ad honorem, ci piace andare al cinema, sempre all’ultimo minuto, guardare il film in silenzio e poi parlare del film la sera, la notte, l’intera settimana. E’ una passione congenita, una grande storia d’amore, e adesso è il momento perfetto per ricordarcelo.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Il dizionario del dialetto romanesco

Hot

Connect