Hot

Toto’ Riina: “Liberatemi, caccio l’Isis”, i siciliani si fomentano

Toto’ Riina: “Liberatemi, caccio l’Isis”, i siciliani si fomentano

In tutta Europa la gente è impazzita, dopo gli attentati di Parigi gli abitanti del Vecchio Continente fanno a gara a chi ha più paura. I tedeschi spendono per la sicurezza, i francesi tengono alto l’onore della patria, gli spagnoli bevono per dimenticare, e gli italiani? Gli italiani fanno quello che gli riesce meglio: si affidano alla mafia. E precisamente si affidano al deus ex machina della più grande organizzazione criminale del mondo: Toto’ Riina.

Anche in Sicilia e’ cresciuta la paura, tanto che la Procura di Palermo ha aperto un’inchiesta per poter effettuare delle indagini e poter scoprire se realmente nell’isola vi possono essere strutture di supporto o accoglienza a persone vicine o appartenenti all’Isis o Al Qaeda. Il rischio più grande è che vi possano essere infiltrati dell’Isis tra i tantissimi migranti che quotidianamente sbarcano in Sicilia. Nei giorni scorsi la notizia che ha fatto il giro d’Italia e del mondo è stata che Totò Riina ha chiesto di poter uscire dal carcere per combattere l’Isis.

Totò Riina ha parlato dell’Isis come di criminalità organizzata uguale alla mafia, secondo il “capo dei capi” però destinata ad esaurirsi in fretta, al contrario della mafia italiana, che vive perchè: “poggia su regole solide e perchè vivono del consenso popolare e non sono quindi un corpo estraneo alla società”. Poi ha lanciato l’appello, chiedendo di essere scarcerato per poter combattere l’Isis con i suoi uomini, che a quanto pare sono tanti e sono fuori ad aspettarlo.”Dal carcere e’ difficile comandare,si dice che nessuno c’è mai riuscito,ma Toto’ Riina e’ Toto’ Riina,fatemi uscire e caccerò via questa gentaglia dal nostro territorio”. Peccato che le notizie erano del tutto false.

I siciliani si erano già fomentati, sotto agli articoli che riportano la notizia si trovano commenti tipo “Liberatelo, lui si che fara’ piazza pulita! Spero lo faccia anche con i nostri politici, e’ proprio di questi che dobbiamo avere paura!”, oppure “Libertà per Riina”, o ancora “Forza zio Totò”. Insomma, non solo c’è chi ha creduto alla bufala delle dichiarazioni di Riina, ma anche chi ha creduto che Riina potesse liberare davvero l’Italia dalle minacce degli integralisti islamici. Per fortuna c’è anche chi conserva ancora un po’ di lucidità, come chi commenta giustamente: “Si, facciamolo uscire per cacciare l’Isis, così poi chiamiamo l’Isis per cacciare lui”. Amen.

Comments

comments

you may also want to read

No Commenti

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.