Coolture

I romani che leggono i libri a chi non puo’

I romani che leggono i libri a chi non puo’

Spesso, soprattutto negli ultimi tempi, va di moda parlare male di Roma e dei romani. Ci sono storie invece che mettono a tacere tutti, belle storie intrise della vera anima romana: semplice e generosa.

La bella storia si chiama “Molte voci, tanti libri”, un’associazione culturale che fa una cosa semplice quanto importante, leggere i libri a chi non può farlo. L’obiettivo è quello di “comunicare ad alta voce le emozioni, il pensiero, i sentimenti, e perché no, il ritmo che troviamo negli scritti, nei libri, nei racconti o nella poesia”. Raccontano sul loro sito internet.

Tutti i soci sono volontari che, a titolo gratuito, prima frequentano un corso di formazione e poi leggono testi concordati a persone che, per diversi motivi, non possono fruire del piacere della lettura. La loro missione la svolgono in posti come asili, scuole, ospedali, centri per anziani, carceri e anche a domicilio.

Una bellissima idea nata da poco ma che già sta ottenendo grandi riconoscimenti e aiutando varie persone a ritrovare il piacere della lettura che per cause di forza maggiore avevano perso.

Comments

comments

you may also want to read

No Commenti

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.