Connect with us

Hot

L’eternità di Roma dipende da noi romani

“Per antonomasia, è definita l’Urbe, Caput Mundi e Città eterna”. Questa la definizione che si trova sul web riguardo Roma. Ognuno di questi soprannomi è legato a qualcosa del passato, che è avvenuto ed è rimasto incastonato nella storia.

Se l’Urbe e Caput Mundi sono nickname nostalgici e anacronistici, figli dello splendore che Roma ebbe nel corso dei secoli, Città eterna è ancora attuale, Roma c’era, c’è e ci sarà.

Le attribuzioni della genesi della definizione “Città Eterna” sono tante e molto discusse, in realtà il nome deriva da un verso delle Elegie di Albio Tibullo, in cui il poeta latino scriveva “Né ancora aveva Romolo innalzato le mura dell’Eterna Urbe”.

Eterna, un aggettivo importante che da una parte glorifica il passato di Roma, dall’altra responsabilizza tutti noi romani per farla rimanere eterna nei secoli. Anche Tokyo e Gerusalemme vorrebbero fregiarsi di questo appellativo, ma solo Roma è la vera Città Eterna. Come se fosse uno stimolo per tutti i romani a non rovinarla, tenerla bene, custodirla e conservarla.

Spesso però non è stato così, Roma, soprattutto negli ultimi decenni, è andata deteriorandosi. Da tutti i punti di vista: sociale, culturale, architettonico, dei trasporti, delle abitudini, del lifestyle, della mentalità.

Da qualche mese però, qualcosa è cambiato, c’è una nuova atmosfera, si carpisce un nuovo flusso, una sorta di rinascita. 

Un fermento che si respira nell’aria, nuova linfa vitale portata da una serie di nuovi locali, nuovi eventi, nuove manifestazioni culturali e servizi che cambiano la quotidianità dei romani, negli spostamenti, nei trasporti, nella fruizione dei luoghi pubblici, nel turismo.

Per esempio, da poco più di un anno è arrivato anche un servizio che mancava e che c’è in tutte le città che hanno una sensibilità ecologica all’avanguardia. E’ arrivato a Roma ACCIONA, il servizio spagnolo di scooter sharing elettrici che sta spopolando con i suoi motorini 125cc che aiutano, oltre che a ridurre lo smog e quindi migliorare l’aria allungando l’eternità di Roma, a evitare di sovraffollare i mezzi pubblici che, come sappiamo, a Roma non sono molto “in forma”.

Gli autobus non passano? E allora i romani si organizzano in altri modi. Uno di questi modi è ACCIONA, che ha appena lanciato la campagna proprio su Roma Eterna, per preservare l’aria della capitale e i suoi trasporti. In questo periodo infatti ACCIONA regala un’ora di servizio per provare su se stessi di che svolta si parla, per ognuno e per la città. Perché ci piace la città eterna, ma non gli spostamenti eterni.

ACCIONA ha tre differenti modalità di guida, da quella per chi si vuole godere Roma con più tranquillità, ammirando i monumenti a una velocità normale, fino a quella del ritardatario cronico che sceglie le strade a scorrimento veloce.

Infatti ACCIONA ha la modalità Standard (fino a 50 km/h), quella Custom (fino a 80 km/h) e quella Xtra (fino a 100 km/h), con una differenza di prezzo che si annulla comprando i pacchetti di minuti (vera svolta per chi si affida al servizio). 

Avete presente le file interminabili di auto su Lungotevere con una coltre di smog intorno? O le colonne infinite sulla Tiburtina con una nuvola di fumo che sembra nebbia? Ecco, se tutti usassero ACCIONA non ci sarebbero più. E non ci sarebbero più neanche problemi di autobus, di traffico, di parcheggio.

ACCIONA è veramente uno di quei motori che possono cambiare la città, si prenota sull’app in pochi secondi e in pochi minuti e con pochi euro si arriva dove si deve arrivare. Senza stress, senza attesa, aiutando l’ambiente e la città. Oltretutto in questi giorni regalano anche un’ora di noleggio. Che aspettate?

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Il dizionario del dialetto romanesco

Hot

Connect