Connect with us

Coolture

Gino Paoli racconta: dalla droga alla omosessualita’ di Dalla

Di Marcello Rubini – Ha quasi ottanta anni Gino Paoli. Di cose ne ha viste e ne ha fatte parecchie. E’ uno degli ultimi protagonisti della grande musica italiana. Uno che divideva il palco con Lucio Dalla, Mina, Vanoni, Luigi Tenco… Proprio nel compimento del suo ottuagenario ha rilasciato una lunghissima intervista per un libro scritto da Lucio Palazzo, dal titolo “I semafori rossi non sono Dio” (RaiEri). Parte di questa intervista è stata pubblicata su Libero da Leonardo Iannacci. Noi l’abbiamo “rubata” e pubblicata su The Roman Post perché alcuni passaggi sono molto interessanti. Ad esempio Paoli parla apertamente della droga che girava e di come lui ne facesse uso, della droga che sarebbe stata la causa del suicidio di Luigi Tenco. E di molto altro…

LUIGI TENCO “Era una persona per nulla triste, anzi era un tipo solare, allegro. Uno che voleva assolutamente arrivare a realizzarsi nella sua professione. Luigi si è ammazzato durante quella “belinata” che è il Festival di Sanremo perché era impasticcato fino ai capelli dopo l’eliminazione dalla gara. Quello di Luigi non è stato un atto pensato. Fu un errore, un errore che è costato troppo a lui e agli amici che sono rimasti soli. Era un fratello minore”.

LUCIO DALLA “Dalla l’ho portato io nel mondo della canzone, era un elfo e un racconta balle incredibile. Sparava bugie anche se stesso. Ci rimasi male, però, al Sanremo 1967 quando salì lo stesso sul palco con il corpo di Tenco ancora caldo.Quando lo rividi, lo sistemai per le feste.Lo presi per il bavero e lo attaccai al muro… “

L’OMOSESSUALITÀ “Dalla era comunque un mio grande amico. Non ha mai ammesso la sua dignitosa omosessualità facendo bene. Perché l’avrebbe dovuto raccontare in giro? Io mica preciso: sapete, sono eterosessuale… “

CLUB TENCO ” Quel premio è sempre stato organizzato dalla sinistro. Bruno Lauzi fu ghettizzato proprio perché non era di sinistra”.

IL CULO “Un culo dice sempre il vero, non tradisce. Stretto, generoso, basso o stupido… È più rilevatore della faccia”.

LA GATTA “Scrissero fosse una puttana. Invece era un brano dedicato alla mia gatta che passò a miglior vita. Con i soldi di quella canzone mi comprai una Austin-Healey decappottabile. Meravigliosa. Ma al primo viaggio si fuse il motore”.

PIANO “Renzo Piano è una persona corretta. Un amico caro. Ci conosciamo da sempre e ci sfottiamo: lui mi chiama Claudio Villa e io l’ho definito “Il Geometra””.

GRILLO “Anche Beppe è mio amico da sempre anche se non sono sempre d’accordo con quello che fa. Quando ci incontriamo, ci guardiamo, ci mettiamo a ridere e ci diciamo: che culo che abbiamo avuto nella vita!”.

LA DROGA “Agli inizi degli anni’ 70, c’ero dentro fino al collo. Ma la droga è una stupidaggine, è come buttare via la tua esistenza. Ne sono entrato ma, poi,ne sono anche uscito: non potevo pensare che la mia autocritica venisse meno”.

DIO “La mia voglia, in tutta la vita, è stata quella di non subire una verità dall’ alto”.

D’ALEMA “È una persona che ha un aspetto antipatico, scostante…Invece è affettuoso e con me è stato carino…”.

MONTANELLI “Un giorno di tanti anni fa andai al compleanno di Indro. Quando mi vide arrivare,mi venne incontro e disse: “Ecco qua il poeta”.A me il consenso interessa poco,ma se un monumento come Montanelli ti saluta così, ti fa piacere…”.

LA VECCHIAIA “Quando ero giovane mi sentivo una sorta di ragazzo vecchio e oggi sono un vecchio un po’ bambino. Dentro di me ho quello che Pascoli chiamava il Fanciullino”.

L’ETERNITÀ “Quando avevo dieci anni una suora mi disse:Gino, noi non moriamo, diventiamo eterni. E io: “Eterni come sono sono io che ho dieci anni, come mamma che ne ha quaranta o come il nonno che ne ha sessanta?” Quella suora non seppe rispondere…”.

LA SANDRELLI “Stefania è come l’acqua: una persona trasparente”.

LA VANONI “Ornella è un cucciolo che sembra una tigre, una rompicoglioni mostruosa. Non è come Mina, fa tanti errori, ma se imbrocca la serata…”.

MINA “Eccezionale nel canto, una artista straordinaria ma con poca interpretazione. Ah, e voglio raccontarvi che non sono mai andato a letto con lei…

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Il dizionario del dialetto romanesco

Hot

Connect