Connect with us

Coolture

Ma voi sapete cos’e’ l’articolo 18?

Dopo un breve sondaggio tra giovani e meno giovani abbiamo capito che sull’articolo 18 c’è solo una certezza: pochi sanno bene cos’è, soprattutto tra i ragazzi. In questo momento in cui i politici, gli economisti e i sindacati si stanno scannando per giungere a capo di questa famosa riforma dell’articolo 18, compresa nel Jobs Act di Renzi, è necessario fare un riepilogo e spiegare in poche righe da cosa nasce tutta questa disputa. Cos’è l’articolo 18? Di cosa parla? Perchè è così importante? Per riuscire a metabolizzarlo imprenditori, politici e legislatori ci hanno messo anni, per capire cos’è basta qualche secondo e poche righe.

L’articolo 18 in 7 righe

L’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori si applica alle aziende con più di 15 dipendenti e sancisce che il licenziamento è valido solo se avviene per giusta causa o giustificato motivo. In pratica il lavoratore licenziato senza motivo può usare l’articolo 18 per fare ricorso al giudice e ottenere il reintegro automatico e il risarcimento del danno. Se il lavoratore rinunciasse al reintegro avrebbe diritto a 15 mensilità di indennità. Era così fino al 2012, dopo la riforma Fornero infatti il reintegro non è più automatico, e la tutela del lavoratore può essere piena (come la precedente), attenuata, obbligatoria e obbligatoria ridotta. Da qui le due fazioni, la prima di chi vuole allargare la legge anche alle aziende con meno di 15 dipendenti, la seconda di chi vuole abolire l’articolo perché pensa che freni le assunzioni.

Adesso chi prima si sentiva estraneo alla discussione perché non sapeva di cosa si parlava potrà accendere il dibattito e dire la sua. Non ci vantiamo di aver dato una descrizione completa e dettagliata della questione complessa dell’Articolo 18, ma queste poche righe bastano e avanzano per non rimanere estranei. E adesso, buone discussioni!

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Gap, la gang clandestina che aggiusta Roma illegalmente

Hot

Il dizionario del dialetto romanesco

Hot

Una Panda taglia per la scalinata di Villa Borghese: “Ho fretta”

Roma

Connect