Connect with us

Food&Drink

Il New York Times esalta la zozzona, l’inedito primo romano

Ormai la carbonara la conoscono anche a Taiwan, e la sanno fare (o dicono di saperla fare) anche alle Hawaii. Noi ci siamo presi il poke e gli abbiamo dato la carbonara. E così anche per il resto dell’Olimpo dei primi romani, amatriciana, gricia e cacio e pepe. Ormai famosissimi in tutto il mondo.

Tra i primi romani non ci sono però solo questi, ma anche altri più inediti e di nicchia. Uno è sicuramente la zozzona, la pasta romana con pomodorini, guanciale, salsiccia, uova e pecorino. Una sintesi perfetta dei primi romani.

Un mix vincente che la maggior parte dei romani non conoscono e non hanno mai assaggiato. Un mix che il New York Times, per celebrarlo, ha definito un “pasticcio”. Dedicandogli un articolo e un post Instagram.

E, si sa, quando il New York Times parla di qualcosa, o lo consacra o lo lancia, e in questo caso potrebbe dare una spinta forte a questo piatto ingiustamente trascurato da osti e cuochi. Speriamo che la zozzona diventi la nuova carbonara o la nuova gricia. Se lo merita, provate a farla a casa per convincervi anche voi.

Photo credit: Napolimilionaria

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Il dizionario del dialetto romanesco

Hot

Connect