Connect with us

Food&Drink

Ami Pokè, l’anello di congiunzione tra Roma Nord e Roma Sud

Nella storia millenaria di Roma, la città ha visto quasi di tutto, dall’aver conquistato mezzo mondo all’essere invasa dai barbari.

Se nell’antichità le divisioni geografiche erano sancite da guerre o da invasioni, adesso sono sancite da Instagram Stories e da outfit stravaganti. Perché adesso Roma è tutta sotto la stessa egida, la Città Metropolitana d’Italia per definizione, uno dei centri urbani più grandi d’Europa.

Se pensiamo che lo stesso Raccordo Anulare è lungo quasi 70 chilometri si fa presto a comprendere che Roma più che una città è una regione. E nella stessa regione convivono società, culture, usi e costumi diversi.

Del resto, in una giornata di traffico arrabbiato, se hai un appuntamento sulla Cassia e poi degli amici del mare ti invitano a un aperitivo a Mostacciano, ci puoi mettere anche un paio d’ore, più di quanto ci si mette da Napoli a Salerno, da Milano a Torino, da Aosta a Ginevra.

Da Roma Nord a Roma Sud c’è un mondo spaziale, culturale, estetico, genetico. Ci sono poche cose che uniscono Roma Nord e Roma Sud, e sono difficili da carpire. Perché se nella stessa giornata passi per Roma Nord e Roma Sud potrai notare che a Roma Sud ti attraversano sulle strisce signore romane bassette con vestiti che a Roma Nord vedono nei film di Pasolini, a Roma Nord infatti ti vedi attraversare la settantenne che sembra una quarantenne con l’ultimo capo appena uscito dalle boutique parigine. E l’altra differenza è che a Roma Nord non attraversa sulle strisce, ma aggressivamente in mezzo alla strada.

Se invece fai più attenzione, e non guardi solo chi ti attraversa la strada, ma noti lo sfondo, ti potrà capitare di vedere quei posti che ormai vanno oltre i soliti stereotipi “Palombini a Roma Sud, Euclide a Roma Nord”. Quei posti che trovi sia da una parte che dall’altra, e che ti fanno sentire a casa come quando trovi Trapizzino a New York.

Uno di quei posti è sicuramente Ami Pokè, che sta “venividivici” in tutta Roma. L’avevamo conosciuto come quello che aveva portato il pokè a Roma, con il primo store a Monti, abbiamo celebrato l’apertura trionfale a Ponte Milvio. Abbiamo raccontato la conquista pariolina di Corso Trieste.

Adesso, come si dice a Roma, Ami Pokè ha “sgravato” e ha fatto un doppio colpo con due nuovi locali che sanciscono la conquista della città come una bandierina di Risiko.

Prima l’opening a Marconi, più che un’apertura un colpo di stato. Poi, pochi giorni fa, la consacrazione in Prati, un nuovo store nel quartiere che lancia i locali a livello europeo. Ci sono pochi anelli di congiunzione tra Roma Nord e Roma Sud, Ami Pokè è uno di questi.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Il dizionario del dialetto romanesco

Hot

Connect