Connect with us

Food&Drink

Porta di Roma in tilt per l’apertura di Kebhouze

Porta di Roma, il centro commerciale a Nord di Roma, nonché più grande centro commerciale della città, è abituato ad essere pieno di gente.

Sabato però è successo un unicum, di quelli che succedono una volta all’anno e che non si vedevano dai tempi pre covid. Sabato mattina alle 12 ha aperto al pubblico il nuovo Kebhouze, e c’è stato il delirio.

Roma Nord storicamente non è incline al kebab come genere gastronomico, più al sushi, e invece KEB, la mascotte di Kebhouze, è riuscito a conquistare anche Roma Nord, sancendo che “Roma Nord mangia solo il kebab di Kebhouze”.

Il centro commerciale Porta di Roma si è svegliato sabato con orde di persone che erano in fila per la nuova apertura, già da molto prima delle 12.

Ragazzi e ragazze, ma anche adulti, si sono fiondati a provare per primi il kebab di Kebhouze, un po’ come succede per brand tipo Primark, o per l’uscita dei nuovi Iphone. Tant’è vero che, prima dell’apertura di Kebhouze, si diceva spesso che quelli di Roma Nord vanno a Porta di Roma solo per l’Apple Store, adesso anche per Kebhouze.

Lo store di Kebhouze, il terzo a Roma, è al secondo piano del centro commerciale, molto vicino al cinema. Un brand che sta conquistando tutta l’Italia con la sua identità pop e il suo obiettivo, ormai raggiunto ampiamente, di creare un punto di riferimento per tutti gli amanti del kebab o chi si approccia per la prima volta al prodotto.

Una catena di street food che ha preso un piatto internazionale e l’ha reso virale, anche grazie alla scelta del menu tra kebab di pollo, black angus, vitello e tacchino e kebab vegano. I side come il pollo fritto, le patatine o le onion rings, completano l’opera.

Il “caso” Kebhouze è anche sui social, con più di 100 mila follower e un’identità definita con KEB, la mascotte ufficiale che ci ha rubato il profilo, ormai conosciuto da tutta Italia. 

KEB, “quello che ha portato il kebab a Roma Nord”, anche nelle case visto che il delivery è su tutte le piattaforme. E se sabato per ore c’è stata una fila interminabile per l’apertura di Kebouze, anche le consegne sono state tantissime in questi primi giorni. Ci voleva KEB per far andare di moda il kebab a Roma Nord.

Comments

comments

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco tutte le foto rubate ai vip (compresa Emily Ratajkowski)

Junk

I Caraibi a due passi da Roma

Coolture

La voce delle donne crea stanchezza nel cervello degli uomini

Junk

Il dizionario del dialetto romanesco

Hot

Connect